Della proliferazione di lame nei rasoi

09Lug07

Dopo diversi anni di onorato servizio ho deciso di tradire il classico bi-lama usa e getta della Gillette.

Che magari per voi è nulla, ma per un abitudinario come me si tratta di cambiamento epocale che sarà argomento di conversazione preferito con i miei sfortunati amici per la prossima settimana. [Questo rende anche piuttosto lampante il pessimo coefficiente, o quoziente, di interesse della mia vita personale.]

Ma parlavamo di rasoi, giusto?

Ebbene, oggi da buon consumatore boccalone ho deciso di spendere più di dieci euro nell’acquisto di un nuovissimo Gillette Fusion: il comfort di 5, la precisione di 1. Che se la calcolatrice non mi inganna fa ben 6 (sei) lame in un solo rasoio.

Cento anni di progresso tecnologico condensati in un piccolo strumento, dai primi rasoi a lama singola all’empireo dello shaving a lama multipla. Verrebbe da dire.
Tutto ciò mi fa pronosticare un futuro sempre più roseo: per il 2020, se continua a questi regimi, grazie alla corsa all’aggiunta di lame potremmo raderci con rasoi a centinaia di lamette. Per la felicità di tutti gli uomini. E dei suicidi di entrambi i sessi.

Ciò che mi sfugge è l’utilità di queste quantità in aumento esponenziale di lamette allo scopo della rasatura.

Cioè,
Una lama da sola, taglia il pelo. E da qua non si scampa.
Due lame, qua la faccenda rimane nel campo del comprensibile. Una lama solleva il pelo, l’altra lo taglia. O almeno così credo di aver capito.
Tre lame: si aggiunge una lama per rimediare alle distrazioni delle altre due, immagino. Ma la spiegazione comincia a sapere di bufala.
Quattro lame: ma perché?! La quarta lama cosa fa? Fa compagnia alla terza?
Cinque lame: la quinta lama incoraggia le altre quattro? Oppure è la filiazione bastarda della terza e quarta che, disoccupate, hanno preso a darsi alla conoscenza in senso biblico?
Sei lame: Il mio nuovo rasoio ne ha sei! La sesta è messa in posizione separata dalle altre cinque. Probabilmente tutte insieme facevano troppa cagnara e l’ultima arrivata è in punizione sulla cima del rasoio. Quelli della Gillette si giustificano definendola lametta di precisione, per i peli delle basette e quelli sotto al naso. Congratulazioni agli inventori di nomi della multinazionale.

Comunque sia il Gillette Fusion funziona. Cioè, rade. Così come farebbe un rasoio a lama doppia, credo.
Quindi l’acquisto non è stato completamente inutile.

Il potere della pubblicità, (che in tedesco, poi, fa ancora più autoritario)



2 Responses to “Della proliferazione di lame nei rasoi”

  1. 1 Ben

    =)

  2. Hi there, You’ve done an incredible job. I will definitely digg it and personally suggest to my friends. I’m sure they’ll be benefited from this site.


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: