La dolcezza di un dessert, l’amarezza di una crêpe

23Lug07

[….]Amico D. – guarda, ho fatto le crêpes. quelle sopra sono all’arancia quelle sotto alla fragola.gianl – chebbravo! maggrazie! [ma quanto sono abominevoli le crêpes alla marmellata?!] Amico D. – dai, dai, prendi.gianl – prendo quella all’arancia va… [sarà meno dolce di quella alla fragola si spera, gesù stammi vicino.]Amico D. – io alla fragola.[gianl mastica, le sue papille gustative avvertono un sapore di laccio di scarpe / merluzzo fermentato / limone avvelenato e la bocca si produce in una smorfia di dolore / schifo / delusione.]Amico D. – ah si. la marmellata all’arancia magari è un po’ amara, sai, la fanno anche con la buccia…gianl – si, stavo giusto notando… [maledetto bastardo. mi stai avvelenando, mai mangiato nulla di così poco pertinente col mondo del commestibile. sei un mostro, possa tu cadere in un campo d’ortiche, possa tu diventare mangime per le vipere…]Amico D. ahah cazzo, che smorfie!gianl ahah, no dai. non è così male… [non finirò mai questo diabolico intruglio. ho deciso: strizzo la crêpe, così la marmellata si spatascerà sul piatto e finirà le sue tristi giornate sul fondo del cestino o, se va bene, nelle tubature del suo lavandino. lo so, spenderai i tuoi stipendi in mr. muscolo idraulico gel, cuoco dei miei stivali!]Amico D. – ma la stai strizzando?!gianl – maccheddici?! no mi sta uscendo da sola. da sotto. si chiama forza di gravità. [pensavi veramente potessi mangiare questa menzogna travestita da dolce?]Amico D. [gnam gnam]gianl [gnam gnam, un solo morso mi separa dalla fine dell’incubo.]Amico D. – finita!gianl – anche io! buonacomplimentibravocuoco! [questa è l’ultima cena a casa tua, baby. a mai più.] [passa mezzora. mezzora di mortifero retrogusto.]gianl -…senti, non è che hai una ciunga?Amico D. – eh, no…gianl -…senti, non è che mi dai una sigaretta?Amico D. – no! hai smesso, sii fedele ai tuoi propositi..blablablagianl – …senti, mi serve qualcosa per levarmi questo sapore orrendo della tua merda di marmellata dalla bocca!Amico D. – mah…gianl – si, faceva cacare l’anima, te-lo-giu-ro.Amico D. – ma che stronzo…gianl – già…e adesso dammi una sigaretta, una ciunga o un pezzo di copertone![no…alla fine non ho fumato.] [e domani il racconto di come una serata nata male è proseguita toccando minimi di inaudita miseria e di come il produttore di ignobili crêpes è stato punito da anonimi pisciatori. si, ho detto pisciatori.]



No Responses Yet to “La dolcezza di un dessert, l’amarezza di una crêpe”

  1. Lascia un commento

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: