Vive la France. A Classifiqua/4

08Ago07

“La classifiqua française de iTunes est mieux de celle italienne. Nous français le disons toujours que la France est le mieux, et l’Italie est un égout puant.En Italie il y a même des gens qui emploient Babelfish pour faire les traductions…” dice la corrispondente immaginaria Marie-Bernadette direttamente da Blois. E noi le daremmo ragione se capissimo la sua lingua. C’è stato veramente chi ha creduto che mi sarei dimenticato di deliziare i vostri accaldati timpani per due settimane consecutive? Oh, povero lui, poveri voi e fortunato me che mi posso applicare nell’ennesimo atto di sadismo sonoro.Visto che la classifica italiana ormai è ormai definitivamente spacciata in un mare di insulti e quella inglese l’abbiamo già visitata l’altra volta per questa settimana, quindi, accontentiamoci delle porcherie musicali dei nostri cugini francesi, ricordando che qui li si odia. Rigorosamente in maniera cordiale.Trois,Deux,Un,Feu! [?]10. Un’epidemia del genere non la si vedeva dai tempi della Peste Nera. L’antico flagello produsse arte di un certo livello, tipo il Decameron. L’epidemia nigga figga muttafucka, invece, continua a mietere vittime in tutta Europa con musica di strada fatta con lo stampino, e se noi abbiamo Mondo Marcio, da Nizza in su ascoltano Garçon di Koxie (a.k.a. Mondè Marsciè).9. Se uno pensa alla Francia di inizio millennio non immagina la Torre Eiffel, ma ascolta Bob Sinclar. O almeno questo è quello che spera lui. Con questo nuovo pezzo Bob e compari Fireball rispondono egregiamente a una domanda quanto mai contemporanea: come canterà un beduino dopo essersi bevuto una bottiglia di tequila?Sta al nove posto, comunque. Aspettiamocelo qui da noi per la fine dell’estate. Il pezzo è divertente, travolgente, orecchiabile e distruggerà senza pietà i nostri neuroni quando diventerà il nuovo jingle della Wind. What I want dei Fireball/Bob Sinclar.8. Canzone lenta e d’autore all’ottavo posto. Suppongo, poi non so. Quelle parole potrebbero anche essere bestemmie, ma dette in francese sanno di roba raffinata. La canzone è Je suis un homme, ma lei, Zazie, l’interprete, sembrerebbe abbastanza inequivocabilmente una donna. 7. Allora premettiamo che io di francese ci capisco come di bielorusso, quindi il bello di questa canzone potrebbe stare tutto nel testo e io potrei non saperlo. Quindi per uno che non capisce le parole come me questa canzonetta sa di brodino ospedaliero insapore. Il video, però, è carino e il tizio che canta sulla voce da donna ha lo stesso identico taglio di capelli che avevo io fino a ieri. Christophe Willem – Double je. 6. In questo video abbiamo una donna che fa lip-synch su una voce maschile. Quella dell’inversione dei generi nei videoclip deve essere la moda del momento Oltralpe. Bisognerà chiedere a Marie-Bernadette. Per il resto in questa nuova canzone di David Guetta c’è solo truzzismo duro e puro, da catenaccio d’oro e tatuaggio tribale, proprio. Di Love is gone si salva solo il video grazie alla bellezza sublime (altroché) dell’attrice. 5. C’è ben poco da commentare a proposito della quinta posizione. Qua sono sicuro che l’eventuale bellezza essenziale della canzone stia tutta nel testo. Di buono per noi c’è che se ci trovassimo nella disperata situazione di aver finito tutto il Tavor per dormire potremmo contare sempre su questa 4 mots sur un piano di Ricol, Goldman & Fiori. 4. Sono ufficialmente frustrato: l’altra volta in Regno Unito, adesso in Francia, il prossimo turno in tutto il pianeta… Timbaland con The way I are [ma allora qualcuno mi dice se è grammaticalmente corretto?!] regna. Sono io, evidentemente, che non riesco ad apprezzare. 3. Mai credevo avrei detto qualcosa di questo genere, ma… Un applauso ai francesi! Mentre noi ci titilliamo con le cricete di Vasco lassù ascoltano i Justice con D.A.N.C.E., che, tra l’altro, sono una bella gloria della musica elettronica gallica. 2. Ormai è dappertutto. Certe volte, mentre faccio la doccia, aspetto faccia capolino dal gabinetto col suo sorrisone. In Francia adesso va Love Today di MIKA, finalmente. Perché, diciamoci la verità, Relax (Take it Easy) ci ha decisamente uccisi dentro dalla noja. 1. Dopo una classifica che uno definirebbe quasi commestibile chi ti spunta dall’Oltretomba? Vanessa Paradis. Che canta ancora come da bambina, ma dovrebbe essere quasi in età da pensionamento.Divin Idylle… e la tua stima per i francesi appena ritornata a qualche grado sopra lo zero ritorna sotto le piastrelle.



One Response to “Vive la France. A Classifiqua/4”

  1. Excellent web site you have here.. It’s difficult to find good
    quality writing like yours these days. I really
    appreciate individuals like you! Take care!!


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: