8 scottantissimi segreti

15Set07

Raccolgo l’invito di Viola e Giuditta a partecipare alla catena del periodo con lo stesso fervore con cui si raccolgono i bisogni solidi del proprio cane al parco.

Vi devo raccontare otto [preferibilmente] ridicole curiosità sulla mia persona.

In modo che poi tutti insieme possiamo riderne, mentre io, da solo, piango dentro  dall’umiliazione.

  1. Verso i dodici anni mi innamorai di Victoria Adams delle Spice Girls. Fu una cotta devastante, comprai il poster che la ritraeva in canonico tubino nero e lo appesi sopra il letto e poi, prima di dormire, gli mandavo un paio di bacetti. 10 euro a chi mi sotterra.
  2. Quando si va al mare [o fiume o lago o pozzanghera] io sono sempre l’ultimo ad immergermi. Perché odio l’acqua a temperature inferiori ai 30°. E prima di bagnare certe parti del corpo mi ci vogliono interi quarti d’ora di training autogeno per convincermi.
  3. Ho un’evidente cicatrice a lato dell’occhio sinistro da quando avevo quattro anni. Potrei raccontarvi degli scontri con i portoricani nel ghetto per il controllo dello spaccio di Coccoina, ma la verità è che, invece, scivolai come un sacchetto di patate mentre giocavo al muratore e mi conficcai una cazzuola in faccia.
  4. Quando ero piccolo capitava che mia madre mi affidasse i fratellini più giovani mentre lei preparava da mangiare o si faceva la doccia. Fu così che una bella sera decisi di appoggiare il più piccolo sulla stufa a legna. Accesa. Il suo culo ne uscì illeso, sempre lodati siano i Pampers.
  5. Dalle elementari alle superiori le volte che ho fatto i compiti per casa si possono contare sulle punte di un paio di mani. Da questo nasce la mia capacità di recitare mancamenti, lutti famigliari e rapimenti alieni.
  6. Possiedo un CD di Britney Spears, uno dei Backsteet Boys, quello dei Five e addirittura uno di Gloria Estefan. E’ per questo che sono un fervente sostenitore del divieto di acquistare musica ai minori di 18 anni.
  7. Ho sempre sonno. Sempre. Andrei a fare delle analisi mediche per scoprirne il perché se non fossi certo che la mia dottoressa mi riderebbe fragorosamente in faccia. O che mi diagnosticasse qualche malattia incurabile come quella volta della pisciarola, ma questa è un’altra, sporca, storia…
  8. Non ho avuto il coraggio di farne un post, ma lo dico qui, nell’ultimo anello dell’inutile catena, sicuro che nessuno legga. A me del flop di Britney Spears ai VMAs è dispiaciuto moltissimo, perché in fondo alla predicatrice del whitetrashismo voglio bene.

Certo di avervi annoiato come l’Angelus o una canzone di Battiato passo la catena al Bignardo [che mi deve un Cucciolone sciolto, a Bouche [che non mi deve niente, ma le si vuole bene], ad Amelia [che mi deve una foto…] e a chiunque non abbia partecipato all’ignobile iniziativa.



One Response to “8 scottantissimi segreti”


  1. 1 Il lato oscuro della debolezza « :gianl

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: