Quando l’originalità latita arriva ‘a Classifiqua

30Nov07

Immagino a nessuno sia mancata, ma nonostante lo scarsissimo appeal e la sua, ormai proverbiale, immobilità [sono passati mesi e le cricete se ne stanno ancora beate nella Top 30] l’infame classifiqua ritorna.

Quindi armatevi di vivo interesse e ascoltate il mio sproloquiare a proposito delle prime dieci classificate nella lista delle canzoni più vendute sull’iTunes Music Store.

10. Elvis è morto da decenni, parrebbe, ma le sue presunte apparizioni ai quattro angoli del globo sono spesso accompagnate da ritorni anche nelle classifiche musicali mondiali. Se sei un dj in cerca di quindici minuti di celebrità puntare su un remix di un classico del re del rock ‘n roll è sempre una garanzia. Baby Let’s Play House si piazza, quindi, alla decima posizione senza alcuna difficoltà. Scemo io che sono cresciuto nell’ottusa credenza di dover lasciare in pace i defunti.

9. Mattafix – Living Darfur. Questi li ricordo dall’ultima esplorazione della chart, il mio giudizio non è cambiato, la voce del cantante dei Mattafix, incredibilmente femminile, fa emergere il dubbio di una ripresa della centenaria tradizione vaticana della castrazione a scopo musicale. Castrato o no, la voce del Mattafix è fastidioso come un coro di unghie graffianti una lavagna accompagnate dal miagolio di decine di gatte in calore.

8. Rihanna – Don’t Stop the Music. Rihanna ritorna dopo un’estate passato sotto l’umbrella con un brano assolutamente non necessario. Don’t Stop the Music è di una banalità esagerata condita da noia mortale. Aspetto di ri-ascoltarlo in discoteca dopo un paio di caraffe di succo d’ananas e trementina, scommetto dieci sigarette che il mio gluteo non coglierà l’impulso di muoversi sulle note della bella caraibica.

7. Antonello Venditti – Dalla Pelle al Cuore. Toccare la figura musicale di Vendetti è reato punito dalla legge in un paio di regioni italiane e nel comune di Roma addirittura con la ghigliottina. Io sono sempre stato un paraculo, cari miei, dirò solo che piuttosto che ascoltare una canzone a caso di Venditti per intero comprerei il disco dei Mattafix.

6. Irene Grandi – Sono Come Tu Mi Vuoi. Finalmente un filo di luce dopo un tunnel di mediocrità assordante. Questo brano della bella toscanella è una boccata fresca musicalmente godibile. Orecchiabile e ritmato al punto giusto, ma d’altronde stiamo parlando della cover di una canzone di MinaTwo Thumbs Up!

5. Zucchero – Wonderful Life. Una volta capito che il plagio è un’opera dura e faticosa, Zucchero si è convertito al filone delle cover. E questa è una cover di piacevole fattura, che fa coppia col vischio per creare una calda atmosfera natalizia. Per una migliore resa ascoltare il brano davanti al caminetto, una volta tediati dall’ascolto gettare il prodotto sulla fiamma viva. Non disperdere il prodotto nell’ambiente, vuoto a perdere.

4. Adriano Celentano – Dormi Amore. Adriano Celentano è ormai un’istituzione della musica italiana, come la Chiesa, come la Mafia, come Iva Zanicchi. Tracciamo ora un parallelismo: Chiesa, Mafia e Iva Zanicchi mi annoiano, mi infastidiscono, mi fanno prudere le mani, mi fanno uscire gli eczemi, mi distruggono il sistema nervoso, mi spingono al suicidio ad ogni contatto… Adriano Celentano sortisce in me gli stessi effetti e in più mi causa anche episodi di meteorismo.

3. Gianna Nannini – Suicidio d’Amore. Gianna Nannini mi fa sempre piangere. E per una volta non si tratta di lacrime di amarezza: la Nannini mi emoziona. E adesso potete anche prendermi in giro. Questa canzone va ascoltata e digerita e poi espulsa sotto forma di liquido lacrimale, come tutti i brani di Gianna, che non ne sbaglia mai una.

2. Ligabue – Niente Paura. Vi ricordate il discorso sulle istituzioni musicali e il loro effetto sul mio equilibrio mentale, ecco, Ligabue è uno di loro e io lo tollero veramente poco, nonostante il fatto che mi stia simpatico e che io una birretta con lui vorrei bermela prima o poi. Dev’essere qualcosa nella sua voce la causa del mio turbamento. Di Ligabue io preferisco leggere i testi, ecco, quelli mi piacciono veramente.

1. Alicia Keys – No One. Immensa Alicia, i suoi virtuosismi vocali mi fanno venire il pelo dritto e mi trapanano i timpani. Sensazioni che amo da sempre. No One è probabilmente una delle migliori produzioni nell’ambito del pop mondiale di quest’ultimo, magro, anno.

Questa volta aggiungo un bonus alla terribile classifiqua: un volo d’uccello sulle altre prime posizioni in giro per il mondo. [Uccello non fa ridere, scemi!]

Svezia : Leona Lewis – Bleeding Love

Io questa qui dal nome felino non l’ho mai sentita nominare, ma la canzone è assolutamente orecchiabile.  Gli svedesi se ne intendono, eh.

Nuova Zelanda: Opshop – One Day

La solita brodaglia riscaldata lentamente rock e dalla voce suadente. D’altronde se uno abita in Nuova Zelanda è costretto a stare tutto il tempo con la testa in giù per via dell’annosa questione dell’Emisfero Australe, sicuramente questo inficia le loro capacità uditive.

Lussemburgo: Timbaland – Apologize

Nel piccolo Principato il nigga-pheegga-muttafucka style continua ad impazzare. Questa canzone vincerebbe sicuramente il premio come brano più noioso della Via Lattea in un ipotetico contest interstellare. E poi… che ruolo ha Timbaland in tre minuti di ululati e bassi spaccacassa?



19 Responses to “Quando l’originalità latita arriva ‘a Classifiqua”

  1. ua no gianl a me apologize piace molto…in verità mi piace la versione originale (quella senza timbaland)

  2. Io odio Irene Grandi. A prescindere.

  3. Findà: Ah…perché in questa c’è Timbaland?
    Ascension: Io non ti credo!

  4. Adoro Alicia Keys…

  5. 5 Anonimo

    anche a me piace tantissimo alicia keys…a proposito che scommetti dieci sigarette ma no avevi smesso?

  6. 6 NessiSconnessi

    Mi stupisco del fatto che Amy CasaVinicola non sia presente in classifica. Sarà in un angolo a farsi una canna…
    Maurizio

  7. no dai, Apologize è bella! (forse perchè Timbaland non lo si sente…)
    per il resto, concordo su quasi tutto, tranne Rihanna che con questo singolo mi è quasi simpatica (oddio, dovrò preoccuparmi?!). ma forse solo perchè mi ricorda Berlino, quando sentivo il suo Please Don’t Stop the Music ad ogni passo che facevo…

  8. dopo un paio di settimane di sudori freddi, crisi di panico e tremori alla palpebra sinistra riesco a superare la diffidenza nei confronti di wordpress e a commentare di nuovo (comprendimi, sono ipersensibile, reagisco male ai cambiamenti)…
    prima cosa: sono riuscita ad accaparrarmi un biglietto per i subsonica, sperando ardentemente che non piova e che siano all’altezza dei loro live precedenti, perchè a me l’ultimo album non ha convinto poi tanto.
    seconda cosa: skyvivo trasmette f-a-n-t-a-s-t-i-c-i reality made in usa di cui aspetto spietati resoconti…
    terza cosa: in quest’ultima classifica sei stato troppo carino…cosa sono tutte queste belle parole per – gianna – alicia – irene e svedesi varie? starai mica diventando buono?

  9. a me piace timbaland il produttore di tutte ste gnoccolone tipo rihanna. e poi è colui che ha scoperto queen latifah e Missy elliott.

  10. Il tipo dei Mattafix è intollerabile.
    Alicia Keys la adoro [ma io sono di parte, adoro tutto l’hip-hop /r’n’b per deformazione professionale]

  11. Quando ci liberemo di Timbalaaaaaaaaaaaand?!! Ci ha strarotto!!

  12. pensierorosa: Alla Keys le si vuole bene a priori, no?
    Anonimo : Mmmm…si, avevo smesso, ma poi ho ricominciato prima di completare la trasformazione in tricheco gigante, ma ri-smetterò. Non temere!
    Maurizio : Dicono che sia nello stanzino a provare a sniffare Omino Bianco bevendo acqua benedetta di Lourdes e ammoniaca…
    uglypostcards: -10 punti per la tua simpatia per Timbaland, -15 per quella nei confronti di Rihanna, + 20 per Berlino. Alla fine rimani a -5, che da queste parti è un ottimo risultato!😉
    edlit: Non volevo creare tutto questo disagio! Aspetto la tua recensione dei Subsonica e in cambio mi immolerò alla causa SkyVIVO. Dici che mi sto addolcendo troppo?
    brule: E Queen Latifah e Missy Elliott sono due gnoccolone colossali!😉 No, dai…fingo odio per Timbaland per partito preso, ma in fondo ci vogliamo abbastanza bene…
    Ghebuz: Io ogni volta che sento i Mattafix vengo colto da dolori addominali…non li posso sopportare!
    Ammit: Mi sa che Timbaland è arrivato per restare…Ci aspettano anni bui…

  13. sempre divertente

  14. Incredibile… ho letto tutte le classifique… ma questa è la prima in cui conosco pià di due hit alla volta… Leona mi mancava però….

  15. io adoro Leona, cioè, è quasi un trans.

  16. uffff ma a me Venditti è sempre piaciuto

  17. La canzone della Nannini è davvero struggente, mi commuove, mi emoziona.
    Bellissima.
    Quanto ad Irene Grandi, fermo restando che il paragone con l’IMMENSA è impensabile, trovo che la sua sia una versione molto ben riuscita.
    Non male nemmeno i Mattafix.
    La keys mi ha ha un po’ delusa, è capace di ben altro, la trovo un po’ sottotono rispetto al suo solito.

  18. 18 poptopoi

    In questa (alquanto insulsa) classifica iTunes c’è una nota positiva: 6 brani su 10 sono italiani. Pur trattandosi di cariatidi della musica nostrana, perlomeno “facciamo girare l’economia” dell’industria discografica italiana…

    PS: Che qualcuno fermi Bisteccone Timbaland perché sta diventando una persecuzione.

  19. 19 Mtfx

    siete dei COGLIONI che sputtanate e basta la musica di artisti MERDE!MA CHE AVETE fatto voi per meritarmi il titoli di critici fottetevi Mattafix4ever


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: