Il lato oscuro della debolezza

06Mar08

L’erba cattiva non muore mai, si dice. Nemmeno le catene cattive, a quanto pare, e, come se non bastasse, tornano indietro come boomerang sulle gengive.

La stimata giuy quindi mi re-invita a sperperare otto segreti con le Signorie Vostre. Argomento che dubito fortemente interessi qualcuno, ma da poverino ligio al dovere quale sono mi sottopongo all’idiota supplizio e condivido qualcuno degli innumerevoli lati oscuri della mia malefica persona.

  1.  Dopo l’autoflagellazione e il sesso con i cavalli, la cosa che odio fare di più al mondo è cambiare le lenzuola del mio lettone. Settimanalmente cerco di corrompere Madre per farlo, spesso senza successo. E’ per questo che mi piace pensare a me stesso come al “l’uomo che sussurrava agli acari“.
  2.  Sono totalmente incapace di ammettere i miei errori. Non sono abituato a farne, quindi…
  3.  La pigrizia è il mio più grande difetto. Non rispondo al telefono, non mangio, non cammino e a volte non respiro perché “non c’ho cazzi”. Datemi un letto e dell’alimentazione in flebo inesauribile e io sarò felice.
  4.  La costanza non è il mio forte. E questo blog sempre meno aggiornato mi sembra una prova più che sufficiente di questo. Ho cambiato due facoltà universitarie, ho cominciato svariate diete, ho smesso di fumare tre volte, mi sono convertito a diverse religioni e iniziato a scrivere, e subito abbandonato, un paio di romanzi. Tutto questo dal mio risveglio ad ora. E mi sono alzato a mezzogiorno.
  5.  Non so vomitare. Non recepisco lo stimolo quando è il momento di farlo. Un momento sono tranquillo per gli affari miei e il momento dopo ho le scarpe ricoperte dalla replica in seconda serata della cena.
  6.  L’uvetta e i canditi mi fanno vomitare. Immaginate che gioia con i panettoni natalizi considerando anche il punto sopra. Va ancora peggio con gli odiosi rimasugli di arancia dentro alla spremuta; nonostante questo mi ostino ad ordinare sempre screwdriver e, in seguito, allieto le serate degli amici con bestemmie colorite nei confronti dell’odioso residuo.
  7.  A dodici anni sono stato beccato dalla sicurezza mentre mi riempivo le tasche di penne e matite al Carrefour locale. E’ stato uno dei momenti moralmente più bassi della mia intera vita. In seguito fui punito con due mesi di reclusione in camera mia dalla perfida Madre. Ho provato molta pena quando è successo lo stesso a Winona Ryder.
  8.  Odio profondamente chi ha i miei stessi difetti. Per questo mi diverto a massacrare verbalmente i miei simili, è un po’ come rinnegare e picchiare se stessi, ma senza auto-mutilazione e allegra compagnia da emo-adolescente.

Nella mia luminosa grazia vi risparmio dal passarvi la virulenta catena, ma in cambio esigo completa misericodia nei miei confronti a proposito di ciò che ho scritto sopra.



6 Responses to “Il lato oscuro della debolezza”

  1. 1,3,4 e 6: io sono identica.
    di errori io invece ne faccio in continuazione, ho imparato che chissenefrega, quasi sempre basta chiedere scusa.
    vomito serenamente le uvette e i canditi rendendomone conto per tempo e non mi ricordo di avere mai rubato nulla, ma di sicuro non sono mai stata beccata.
    ecco, immaginavo te ne potesse fregare qualcosa. buonanotte.

  2. 2 simona

    nn ci credo……..ma sono io!!! io faccio lo stesso con i miei “simili”…..me la prendo con loro per difetti che non sopporto e dei quali sono portatrice sana…..tipo LA PIGRIZIA ASSOLUTA descritta al meglio da te.Per questo sono attratta dagli “splendidi”sempre al massimo e senza pensieri …che regolarmente si rivelano degli idioti!!!Quindi???non saprei….

  3. io, più che con le lenzuola, c’ho difficoltà col piumone e il copripiumone.

    in compenso, sabato scorso ho vomito benissimo.

  4. io, più che con le lenzuola, c’ho difficoltà col piumone e il copripiumone.

    in compenso, sabato scorso ho vomitato benissimo.

  5. io il letto me lo faccio rifare da mammà -.-”

  6. Cioè, si può essere nominati più volte per la stessa catena?
    Mondo crudele!


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: